Notizie
    attualità

    Figlio di due mamme, Ministero degli interni annulla l’iscrizione all’anagrafe

    Notizie attualità

    Si voleva il suo riconoscimento come figlio di due mamme ma, dopo una battaglia legale durata anni, dal Viminale la decisione che può fare giurisprudenza

    Figlio di due mamme! Sembrava essere tutto a posto, del resto come poteva essere altrimenti visto che le unioni civili tra persone dello stesso sesso erano state approvate ed erano caduti tutti i tabù legati (giustamente) a coppie dello stesso sesso, ma invece dal Ministero degli Interni è arrivata la doccia fredda che rimette tutto in discussione. A comunicarlo è stata l’Avvocatura dello Stato che in una nota ha specificato che “la legge italiana prevede unioni civili ma non parla di figli”.  Per lo stato italiano infatti non è determinante il fatto che le due donne siano regolarmente sposate visto che la “mamma” italiana (l’altra signora è Inglese) non ha nessun legame biologico con il bambino e quindi non può essere iscritto all’anagrafe e non può neanche avere cittadinanza italiana.

    Unioni civili
    In Italia sono legali i matrimoni tra persone dello stesso sesso

    La storia del “figlio di due mamme”

    Poco più di due anni fa il bambino, figlio legittimo della mamma inglese, viene iscritto all’anagrafe britannica come figlio della coppia. Per far ottenere al bimbo la cittadinanza italiana, dall’ambasciata Italiana in Inghilterra, viene trasmessa a Bari la richiesta di naturalizzazione. La cosa fila liscia visto che al Comune di Bari non arriva nessun impedimento. Ed il bimbo viene scritto regolarmente all’anagrafe. Ma dopo alcuni mesi dal Ministero degli Interni arriva il parere negativo. Ovvio che la vicenda di sicuro avrà delle ripercussioni politiche oltre che morali. Da molti anni le coppie gay hanno instaurato una battaglia civile rivolta al riconoscimento delle loro unioni e all’affidamento di bambini. La presa di posizione del Viminale in questa storia e, soprattutto, dell’Avvocatura dello Stato, aprirà delle profonde frizioni giuridiche rischiando la revisione di una legge che, visti i fatti, sembra mostrare alcune falle giuridiche. Ovviamente il tempo ci aiuterà a capire quale sarà la direzione univoca da percorrere per tutte le coppie Gay.

    Unioni civili
    La presa di posizione del Governo rischia di creare un vuoto legislativo sulle Unioni civili

     

    Leggi anche