Notizie
    Primo Piano

    San Valentino è il giorno degli innamorati. Una festa solo commerciale?

    Notizie Primo Piano

    Da sempre, in occasione di San Valentino, si celebra la festa degli innamorati. C’è una storia dietro a questa tradizione o è solo un vezzo commerciale?

    La legenda legata alla “nascita” della festa di San Valentino non è molto gratificante per le donne. Visto che si narra che nell’antica Roma la “Matrone” si ritrovavano volontariamente in strada a farsi frustare da gruppi di giovani nudi. Questo “esercizio” veniva svolto in nome della dea “Fortuna” dato che si pensava che portasse bene. Una convinzione così radicata che si narra come anche le donne incinta fossero decisamente accondiscendi nel farsi frustare per godere della buona salute del nascituro. Del resto nell’antica Roma accadeva di tutto e di più. Potrebbe non sembrare così strana un’attività del genere. Oggi invece ci si regala una crociera o magari un telefonino.

    Il giorno di San Valentino è da sempre dedicato all'amore e al buon augurio
    Il giorno di San Valentino è da sempre dedicato all’amore e al buon augurio

    Ma Perché proprio San Valentino?

    Non sarebbe troppo sbagliato chiedersi perché proprio San Valentino sia stato identificato come il santo degli innamorati. Uno scrittore, tale Geoffrey Chaucer, verso la fine del ‘300 pubblicò un suo manoscritto in cui associò Cupido a San Valentino. Da allora, per convenzione, venne associato il simbolo dell’amore con il 14 febbraio…giorno di San Valentino. E comunque le celebrazioni vere e proprie iniziarono circa 200 anni dopo. Ovviamente sempre ad opera dei Romani. Il popolo più godereccio che la storia dell’umanità abbia mai visto.

    Dal 496 d.c. si festeggia la festa degli innamorati
    Dal 496 d.C. si festeggia la festa degli innamorati

    Chi era San Valentino?

    Nasce nel lontano 176 d.C. a Interamma Nhars, l’attuale Terni di adesso e muore a Roma il 14 febbraio del 273. Parliamo di un sacerdote, diventato poi vescovo romano, che venne martirizzato. Il suo scopo di vita fu rivolto verso la comunità Cristiana e alla difesa degli stessi Cristiani presenti a Terni. Perseguitati proprio per la loro devozione a Cristo. Le sue spoglie risiedono tuttora nella basilica di San Valentino a Terni. In pochi sanno che oltre ad essere stato nominato dall’umanità come patrono degli innamorati viene considerato anche protettore degli epilettici.

     

    Leggi anche
    Primo Piano
    Primo Piano