Notizie
    Sport

    Ipertensione. Si può sconfiggere con l’attività sportiva

    Notizie Sport

    Si può sconfiggere l’ipertensione attraverso l’attività sportiva? La risposta è affermativa. Noi vi spieghiamo come attraverso dei piccoli passaggi.

    Si può sconfiggere l’ipertensione attraverso lo sport? la risposta è si. Ma bisogna fare attenzione a quale tipo di sport ci si voglia dedicare. Se, per esempio, sei amante del sollevamento pesi probabilmente avrai scelto l’attività sportiva sbagliata per il tuo obiettivo. Visto che non hai bisogno di uno sport di “sforzi” ma di una disciplina di sicuro molto meno “aggressiva”. Parliamo di sport aerobici. Di attività da svolgere in palestra ma anche e soprattutto all’aria aperta. Di seguito ti illustriamo una serie di discipline e il tipico approccio per poterle affrontare con i giusti risultati.

    La ginnastica è un toccasana per l'ipertensione
    La ginnastica è un toccasana per l’ipertensione

    Quali sono gli sport per sconfiggere l’ipertensione?

    Come dicevamo non tutte le attività sportive sono adatte per chi soffre di ipertensione. Ma sono comunque moltissime le discipline utili alla causa. Intanto cominciamo nel dire che tutte le attività aerobiche rientrano nel novero degli sport consigliati. Parliamo di Tapis Roulant, della camminata veloce, del ciclismo in pianura, nuoto, golf, sci di fondo. Tutti quegli sport in cui è richiesto uno sforzo medio e prolungato. La cosa migliore è trovare il modo per far si che il nostro cuore subisca delle variazioni del battito cardiaco. Questo deve essere l’obiettivo di chi vuole approcciarsi allo sport per combattere l’ipertensione. Ma con quale frequenza? con quale metodo?

    Gli esercizi aerobici fanno molto bene a chi soffre di ipertensione
    Gli esercizi aerobici fanno molto bene a chi soffre di ipertensione

    Con quale Frequenza?  In che modo?

    E’ ovvio che la cosa ideale sarebbe quella di mettersi nelle mani di un personal trainer che sia a conoscenza di quelle che sono le nostre esigenze. Ma la frequenza con cui impattare un’attività deve essere in primo luogo graduale. Si può iniziare con una volta a settimana per poi crescere a due fino ad arrivare a tre volte a settimana. Quest’ultima è la frequenza ideale per poter avere nel breve tempo dei buoni risultati. Poi occorre procurarsi un cardiofrequenzimetro per la misurazione dei battiti. Come dicevamo la cosa migliore è sempre realizzare un lavoro che non dia dei punti di riferimento al nostro cuore. Gli sbalzi cardiaci sono l’ideale per effettuare un buon allenamento che deve durare, a regime, almeno mezz’ora. Cosa importante il defaticamento. Alla fine di ogni seduta di lavoro è importante ritrovare il proprio battito cardiaco a riposo in maniera graduale.

    Nell'immagine un'attività "leggera" utile all'ipertensione
    Nell’immagine un’attività “leggera” utile all’ipertensione

     

    Leggi anche